Close to you

          Close to you   “The museum of my own” (Emma Lewis, Tate Publishing 2016) è il libro sul quale abbiamo proposto laboratori a bambini/ragazzi dell’Oltrarno di Firenze per progettare insieme un luogo che sia il loro, ovvero di loro invenzione. Il flusso continuo di contenuti in cui sono immersi li […]

Leggi tutto…

URBAN PLAYGROUND

            URBAN PLAYGROUND This project works to establish a central public space by reconnecting the ground floor level. It links all of its surroundings: It creates a magnet space that would increase the number of visitors to the district and improve its desirability as a place to live.

The first idea […]

Leggi tutto…

Futur Marino

      Futur marino Virtual museo. Un nuovo Museo dove si Interagisce dal vero.Un luogo a misura di bambino e adulto bambino,accessibile a tutti e a tutti i tipi di disabilità motoria,tutti possono apprendere attraverso sistemi multimediali, il tatto o l’immaginazione. All’ingresso del Museo in armonia con la Piazza antistante alla struttura, un’Installazione (a.1) […]

Leggi tutto…

AMUSEMENT

          Un gioco di massa in 2D, semplice, che scorre
agilmente come una striscia dei fumetti, dove, sotto la guida della rossa
Arianna e del ribelle Charlie, si collabora o ci si sfida, non solo online,
con altri giocatori sparsi nel mondo. Il fine è di invogliare i partecipanti
ad approfondire le loro conoscenze, ad […]

Leggi tutto…

Spazio Agorà

      Spazio Agorà Agorà era la piazza principale della città nell’antica Grecia, sede del mercato e centro propulsore economico, politico e religioso. Un luogo di cultura e di città capace di mantenere e creare numerose relazioni interpersonali, dove si prendevano decisioni importanti, un’autentica invenzione urbanistica. Agorà oggi, invece, vuole essere un punto di […]

Leggi tutto…

WowYourself

            Nell’ottica di favorire il benessere/piacere di accedere al museo, il progetto vuole restituirgli un’immagine di luogo dinamico/comunitario per lo studio e la formazione culturale, atto a instaurare un dialogo ‘visitatore-museo’ diretto/multi-modale/direzionale per: elevare il museo a destinazione di successo anche digitale; creare opportunità di incontro/confronto per visitatori/popolazione locale; generare […]

Leggi tutto…

water, the origins of life

Water, the origins of life L’Acqua è l’elemento vitale da cui tutto nasce, il grembo e la fonte del nutrimento. Sin dai tempi piu’ remoti l’uomo ha riconosciuto nell’acqua la sorgente di tutta la vita, e il legame con la spiritualità.  Essa incarna lo stato liquido della flessibità, della ricettività e inerzia, assimila, interiorizza, ammorbidisce, […]

Leggi tutto…

The Sound of Colors

          The colorblind artist Neil Harbisson is the first eyeborg in the world. He has a device implanted in his head that lets him hear a rainbow of color. Now instead of seeing the world in greyscale, he can listen to the audible frequencies transmitted by colors in faces, paintings, even […]

Leggi tutto…

The Room Project

          “The Room Project” is about innovation in the museum of the future. The visitor’s experience, when it comes to paintings, it’s still the same since antiquity: the one of a passive viewer, staring at a canvas on a wall. We now have the chance to change this, thanks to hiper-reality.  […]

Leggi tutto…

Tell your story

        Tell your story Il progetto, quindi, fa leva sull’irrazionalità e sull’incongruenza narrativa, puntando l’accento sul valore e sul significato che ognuno proietta su una storia (testo) sulla base di una semplice giustapposizione di sequenze di immagini.  Il progetto vuole enfatizzare l’irrazionalità, elogiare il “non senso”, portando l’osservatore a darvi il giusto […]

Leggi tutto…