Marini Meets Many

 

 

 

 

“Hai mai desiderato programmare un videogioco, creare un’animazione o imparare la stampa 3D? Vieni al Museo Marino Marini e scopri come”. Negli ultimi anni museologia e comunicazione si interrogano sul coinvolgimento di nuovi pubblici. Parole come “audience engagement” stanno entrando nel lessico di addetti ai lavori e non, spesso associate a “teens”.  Dunque, se l’interrogativo di come portare nuovi pubblici nei musei ha un’importanza rilevante nel dibattito contemporaneo, ci si chiede molto meno che cosa può offrire, viceversa, il museo come spazio culturale. E se un museo lanciasse un concorso, facendo decidere ai suoi destinatari cosa vorrebbero trovare, imparare, fare al suo interno? Ma non basta, il concorso innesca opportunità formative capaci di creare un inedito storytelling, stimolando contenuti nuovi sullo scultore. Questo è Marini Meets Many, un luogo dove playable significa plasmare un luogo, plasmarlo dall’interno.

Eleonora Minna

Per maggiori informazioni:  link