Art Hub

 

 

 

Art Hub

Nato a Carrara nel 2015 con pochissime risorse finanziarie, Art Hub è il primo e unico incubatore italiano dedicato alle professioni dell’arte contemporanea. L’HUB – pronunciato LAB, inteso come laboratorio – ci forniva l’occasione per dare un’immediata idea di modernizzazione del ‘sistema Carrara’, da tradizione a futuro, da laboratorio a incubatore. Sovvertendo i consueti schemi del mondo del lavoro, oggi sempre più specialistici, Art Hub punta sulla multidisciplinarietà; lo scopo è quello di far incrociare quelle professionalità artistiche (come il registrar, l’editor, il web content manager, il fundraiser, il web designer, il social media manager, il producer, l’art advisor, ecc.) che risultano essere comprese nei campi di impiego meno saturi con quelle professionalità trasversali – lo statista, l’informatico, il giurista, il broker assicurativo, ecc. – che, sempre di più, lavorano nel settore.  È un ‘acceleratore’ di storie. È una piazza dove potersi raccontare. Un data base ‘umano’ di ritratti, un insieme di esperienze e di vissuti. Con la lente puntata sulla nostra ‘generazione perduta’, come la definiscono gli sfiduciati. E gli occhi focalizzati sulle opportunità di sconfessione. Non una comunità de doléances , ma uno spazio pubblico dove condividere idee e proposte. Raccoglierà professionisti, partite IVA, startupper, contratti atipici ma anche creativi, studenti, nerd, indigeni digitali e sognatori.  È un progetto inclusivo da una parte rivolto ai giovani e ai temi della formazione e dell’orientamento, dall’altro dedicato ai professionisti per offrire loro un ‘art coworking 2.0’. Il museo così si dota di un suo nuovo ‘job brand’ che lo trasforma in un incubatore e in uno spazio di lavoro all’interno del quale si svolgono sia le attività di formazione che lo sviluppo dei progetti dei professionisti. È un luogo che nasce come ‘iniezione’ di fiducia per chi lo frequenta.

Associazione BlitzArt

Per maggiori informazioni: link

Video: download