MUSEO E SCOUTISMO

 

 

 

MUSEO E SCOUTISMO

La didattica museale si articola tra musei, utenza, e scuola; dove quest’ultima non ha libertà d’azione né strumenti validi, e i primi non hanno un metodo idoneo per sfruttare il proprio valore, si rende necessario un intervento pensato appositamente per l’età dello sviluppo (8-20 anni), sì da formare la persona e quindi il Paese. La soluzione è introdurre nei musei il metodo pedagogico dello scoutismo: nel miglior ambiente culturale, la centenaria eccellenza nell’educazione dei giovani. Riunendo i paradigmi di cultura (musei) e natura (scoutismo) in una sola proposta, si può ridare unità agli individui, al loro modo di essere e conoscere. Il museo metterà a disposizione il meglio dell’umanità, ossia arti e scienze, e lo scoutismo lo organizzerà perché i ragazzi possano trarre da sé stessi il meglio, funzione propria dell’educazione. Mostre, laboratori, scoperte, competenze, responsabilità, relazioni, impegni e obiettivi: tutto concorrerà alla formazione di uomini e donne del futuro.

Eugenio Pozzilli

Per maggiori informazioni: link