Go find them all

 

 

 

Go find them all

L’idea nasce da una riflessione legata al concetto di forma e materia. I paleontologi, trovando i resti di un fossile, sono capaci di riconoscere un principio formale che distingue l’oggetto protagonista dello scavo da tutto ciò che è rumore di fondo. Non è il materiale di cui è composto a distinguerlo, spesso imparentato al resto dello strato, ma la mente dell’esperto educata a riconoscere geometrie superiori, simmetrie di tipo organico o ricorsività. Lo stesso principio dell’informare la materia grezza è protagonista delle famose riflessioni di Michelangelo; quando lo scultore scolpisce col marmo, o lavora l’argilla o il metallo definisce infatti una forma che pre-esiste e che perciò è capace di conservarsi. La forma, nella nostra visione, è archetipo e protagonista assoluta del progetto, e, stabilità la sua indistruttibilità, diventa per noi la chiave per connettere la conoscenza delle cose al luogo della conoscenza (il museo) o per portare fuori la cultura dall’istituzione. Decontestualizzeremo dunque le “forme” conservate in tutte i musei, siano esse resti fossili, archeologici, opere d’arte antiche o moderne, figurative o astratte, costituite in qualunque materiale. Le tecnologie di scansione e stampa 3D ci permetteranno di trasformare in codice e coordinate cartesiane queste opere della natura o dell’ingegno umano. Saranno dissacrate trasformandole nella materia, da gesso, marmo o pietre nobili a plastica o resina. Le decoreremo con temi provenienti dal mondo della moda, della pubblicità, del consumismo e della cultura di massa e le nasconderemo ben in vista nei luoghi si bolo della nostra cultura: dalle vetrine dei musei saranno esposte nelle vetrine dei negozi. Saranno protagoniste di una performance artistica provocatoria, che invaderà la città, attraendo in modo inconsueto i cittadini: osservando le vetrine saranno, loro malgrado, trasformati in visitatori di un museo. Il principio formale, proprio perché nascosto e mimetizzato, sarà ben visibile e condurrà il visitatore alla scoperta dell’origine dell’opera o del reperto: dentro il museo.

PaLEoS-NGI

Per maggiori informazioni: link