amuseo – parla di te

 

 

 

 

Rendere visibili e udibili gli ospiti: il museo vivo.
DICCI QUALCOSA CHE NON SAPPIAMO
DICCI QUALCOSA DI TE
E se l’ospite del museo facesse l’audioguida? L’audioguida istituzionale è un supporto che da un lato approfondisce ma dall’altro limita la fruizione delle opere. E se l’ospite avesse un registratore e parlasse di sé, di quello che vede, di quello che gli pare, regalando una guida alternativa al museo? Questo modello di fruizione bottom up si affianca a quello istituzionale, aggiungendo completezza, ironia e una fonte di contenuti in costante espansione. Sempre nuovi modi di vedere il tuo museo: il TUO museo.  Vanno favoriti e incoraggiati in particolar modo bambini e adolescenti. Potenziale gamification.
VEDIAMOCI QUI In città viene realizzata una campagna che favorisce l’incontro delle persone nel museo. “Tania, vediamoci al Museo Marini alle quattro. Ti devo dire …”. Gli incontri vengono favoriti dal museo (biglietti gratis, formule di accoglienza). In cambio, chi accede in questa modalità lascia documentare l’incontro e fornisce le liberatorie per la messa online. Si premiano i migliori con visibilità sui canali online e youtube del museo o con altri bonus.
IL SOCIAL DEL MUSEO, IL CANALE YOUTUBE DEL MUSEO Si crea un archivio online modificabile e consultabile anche da chi non accede fisicamente al museo. Gli interventi collegati alle opere e agli spazi museali con dei link creano una mappa/guida che cambia e si accresce. Con il materiali raccolti si realizzano piccole puntate di una web serie caricata sul canale youtube del museo.
IL RISULTATO La gente che parla e la gente che si incontra trasforma il museo in una piazza fisica e digitale che moltiplica le vie d’accesso emotive, culturali e sociali a disposizione di fruitori, e incoraggia modelli di esperienza imprevedibili e creativi che producono narrazioni su tre livelli: il museo fisico, il museo social, il museo seriale.

Tania Zoffoli / Ernesto Pezzi

Per maggiori informazioni: link