EDIFICIO

Scopri

il museo marino marini è collocato nel centro storico di firenze, all’interno della ex-chiesa di san pancrazio, tra via della vigna nuova e piazza santa maria novella. l’insediamento ecclesiastico di san pancrazio, già documentato agli inizi del ix secolo, viene costituito in prioria dopo il 1100; alle monache benedettine che lo hanno in uso tra il xii e il xiii secolo subentrano i vallombrosani, che attuano una radicale ristrutturazione del convento, completata tra il 1457 e il 1467 dall’intervento di leon battista alberti, patrocinato dai rucellai. la sua cappella del santo sepolcro, originariamente comunicante con l’interno della chiesa, viene isolata nel 1808, anno della soppressione napoleonica e della sconsacrazione di san pancrazio, con la rimozione del triforio albertiano, ricomposto nella facciata con proporzioni fortemente variate. un destino di profanazione attende l’edificio: alla dispersione degli arredi segue l’impiego come lotteria napoleonica, sede della pretura e poi della manifattura tabacchi, quando un incendio distrusse la muratura absidale; infine come deposito militare. questa lunga e alterna vicenda si conclude nel 1988 con l’apertura di uno spazio museale che coniuga felicemente antico e moderno: la città ritrova un edificio storico sottratto ad usi impropri attraverso una laboriosa opera di restauro, progettata dagli architetti bruno sacchi e lorenzo papi, e acquista il primo museo di arte contemporanea.