GIOVANI ADULTI

Scopri

il dipartimento educativo del museo si offre come risorsa per le scuole secondarie di secondo grado e per le università italiane e straniere, proponendo visite dialogate tra le opere della collezione e presentazioni interattive sulla metodologia delle nostre proposte educative.
in parallelo sta lavorando per sviluppare la frequentazione del museo da parte di questa tipologia di pubblico attraverso progetti di alternanza scuola lavoro e proposte formative, creative e ricreative extrascolastiche.
progetti alternanza scuola-lavoro
il museo attiva progetti di alternanza scuola-lavoro con le scuole secondarie di secondo grado che ne facciano richiesta, concordando progetti e programmi con gli insegnanti referenti che siano funzionali alle linee di indirizzo del museo, oltreché interessanti e significativi per il percorso professionale degli studenti.
finora sono stati attivati diversi progetti di alternanza scuola-lavoro: dall’accoglienza dei visitatori per la rilevazione della customer satisfaction; a un progetto di scambio peer-to-peer tra ragazzi autistici ad alto funzionamento e loro coetanei; alla progettazione inclusiva di un percorso di visita tattile nel museo; a un progetto di supporto al convegno Alzheimer e all’accoglienza di due ospiti tedesche, una persona con alzheimer e la sua carer, nella settimana dedicata al learning event del progetto europeo erasmus +; a un progetto di realizzazione di materiali interpretativi sulla mostra di rayyane tabet; a un progetto di avvicinamento all’arte moderna in collaborazione con l’artista irene lupi (progetto amaci).

Take pArt 
educazione peer-to-peer: un progetto sull’arte moderna e contemporanea ideato da giovani per i giovani
il progetto coinvolge gli studenti della scuola secondaria di secondo grado che, attraverso un percorso di alternanza scuola lavoro, elaborano dei materiali interpretativi sulle mostre temporanee e sulla collezione permanente, specificamente concepiti da loro e rivolti ai loro coetanei. si tratta di un progetto di educazione peer-to-peer che vuole partire da ciò che ai ragazzi interessa conoscere, approfondire, comunicare sugli artisti e sulle opere oggetto delle mostre temporanee e sulla figura di marino marini. il museo diventa dunque un laboratorio di sperimentazione sulla comunicazione museale rivolta a un segmento specifico di pubblico, ragazzi di età compresa tra i 15 e i 19 anni, nel duplice ruolo di produttori di contenuti e fruitori dell’iniziativa: un progetto sull’arte ideato da giovani per i giovani.
nella prima edizione di take part, gli studenti del liceo classico europeo della ss. annunziata al poggio imperiale hanno lavorato sulla mostra “la mano di dios” di rayyane tabet (9 giugno – 31 luglio 2016), con il coordinamento degli educatori museali del dipartimento.
progetto realizzato nell’ambito di toscanaincontemporanea2016